Tempo di lettura/visione: 7 minuti

Il freddo ha bussato alla porta: se soffri di malattie reumatiche corri ai ripari!
Naturalmente nemico delle ossa, il freddo invernale rappresenta un momento delicato per chi è soggetto a dolori reumatici. I reumatismi si riferiscono a quella grande famiglia di patologie costituita sia dalle malattie di degenarzione articolare come l'artrosi, sia quelle infiammatorie che con il caldo si fanno più silenziose oppure mentre si utilizza l'articolazione interessata. 
Molte persone che soffrono di artrosi o artrite reumatoide confessano di stare peggio quando il clima è freddo, soprattutto in corrispondenza di determinate latitudini.
I primi consigli semplici per combattere freddo e umidità e vivere un inverno "meno freddo" riguardano in primis la scelta dell'abbigliamento, i tessuti che si indossano dovrebbero essere il più possibile elastici perché risultano più caldi rispetto a quelli rigidi; vestirsi a strati intrappola più calore che non indossare solo uno strato. Questo non significa uscire di casa bardati ed esageratamente coperti ma scegliendo tessuti sottili, non assorbenti e traspiranti come lana merinos e seta si è certi di stare caldi. Coprire collo, mani e capo è sempre un'ottima idea, accompagnandoli ad un caldo paio di stivali per mantenere all'asciutto i piedi.
In casa accompagna le tue ore di relax indossando tute calde e morbide, pantofole riscaldate e utilizzando se serve il vecchio rimedio della borsa dell'acqua calda. Si ai bagni caldi per riscaldare il corpoe per un inizio e una fine di giornata piacevoli allieta lo stomaco con delle buone bevande calde, calmanti e rilassanti.

Vite canadese, articolazioni e muscoli in salvo

Disturbi comuni a cavallo tra novembre e dicembre arrivano con l'avvento del clima rigido. Nella brutta stagione scegli l'alleato giusto per le affezioni a carico del sistema osteoarticolare, scegli rimedi a base di Vite canadese.

Spegne i dolori alle rticolazioni

Facente parte del gruppo di rampicanti, la vite canadese ha un aspetto similare alla vitis vinifera che però non produce grappoli commestibili. Robusta e vigorosa, è una pianta ornamentale che cresce rapidamente inondando intere facciate di edifici, muri e recinzioni. La sua fioritura arriva e si protrae per tutto l'autunno, fatta di piccoli fiori e bacche.
I contenuti benefici della pianta hanno dimostrato di agire soprattutto sull'apparato osteoarticolare e nello specifico:

  • ha un effetto antinfiammatorio e antireumatico per tutte le parti delle articolazioni, ossa, tessuti connettivi e legamenti. Si dimostra efficace in tutti i casi di sindromi reumatiche croniche su base infiammatoria.
  • è analgesica perché aiuta a curare i sintomi dolorosi a livello articolare
  • contrasta l'indurimento fibroso dei tessuti di sostegno alle giunture limitandone la deformazione.

L'applicazione terapeutica e posologia

In caso di artrosi e tendiniti la posologia media del rimedio in gocce della vite canadese è di 5 gocce 2 o 3 volte al giorno, se si abbinano ad essa altri gemmoderivati prendere 50-60 gocce di ognuno una volta al dì. Ricorda di assumere il rimedio 10 minuti prima dei pasti. La durata della terapia con la vite canadese può variare a seconda dell'età e in base alla gravità della patologia riscontrata, che va da un minimo di 1 o 2 mesi di trattamento ad un massimo di 6 mesi.
É sempre bene rivolgersi al medico prima di assumere qualsiasi rimedio.

E se i vuoi rilassare i tuoi muscoli e prenderti un momento tutto per te, prenota in farmacia il tuo "Massaggio collo e schiena decontratturante e rilassante" presso le nostre cabine estetiche. Chiamaci allo 030 2005612 o scrivi al numero whatsapp 3393350411.


Product added to wishlist