Tempo di lettura/visione: 4 minuti

NON SOLO UNA SEMPLICE PIANTA...

Oggi approfondiamo le caratteristiche di una pianta medicinale acquatica molto comune, ma assai affascinante per i suoi diversi campi di applicazione.

Ci stiamo riferendo alla pianta erbacea dell'equiseto anche detta "coda di cavallo" per la sua crescita che si sviluppa in verticale. Si trova vicino a fiumi e corsi d'acqua poiché cresce in ambienti umidi anche freddi. 

É considerata una vera e propria pianta medicinale grazie alle sue differenti proprietà mediche, ma quella per cui spicca è quella diuretica. Se si consuma questa pianta, infatti, si attua l'eliminazione dell'acqua dai reni, facilitando così la funzione dell'apparato urinario. 

Grazie ai molti sali minerali che contiene l'equiseto contribuisce anche:

  • alla rimineralizzazione dell'apparato osteo-articolare contro l'osteoporosi, rinforza le unghie, i capelli e i denti
  • a contrastare l'alopecia
  • a combattere l'accrescimento scheletrico negli adolescenti
  • a proteggere le cartilagini intervenendo positivamente in caso di fratture
  • a migliorare l'elasticità dei tendini in caso di tendiniti
  • a trattare ulcere e ferite

Dal punto di vista cosmetologico l'equiseto rappresenta un buon vaso-protettore, difende cioè i vasi sanguigni in caso di fragilità capillare; è un cicatrizzante pertanto risulta un ottimo alleato per le smagliature del corpo, rughe e cellulite. Nello specifico:

  • interviene a migliorare l'aspetto della pelle se grassa
  • con l'olio di equiseto si possono trattare le unghie rovinate
  • attraverso i fanghi anticellulite di equiseto si agisce sulle zone predisposte ad avere cellulite rassodando la pelle
  • tonifica il cuoio capelluto perciò anche i capelli si rafforzano e sono maggiormente predisposti alla crescita

PER CHI NON É ADATTA L'ASSUNZIONE DELL' EQUISETO

L'utilizzo di questa pianta medicinale non è adatto a tutti: chi soffre di malattie a livello cardiaco e problemi a livello renale non dovrebbe utilizzarla. Allo stesso modo se si è ipersensibili al principio attivo

Se non si conosce la modalità in cui è stato raccolto, si suggerisce di acquistarlo sotto forma di compresse o infusi direttamente in erboristeria o farmacia.

L’equiseto non è da assumere per le persone soggette a ipertensione o affette da insufficienza renale, anche per chi è in gravidanza o sta allattando. É sempre buon norma un consulto col proprio medico prima della sua assunzione se si hanno specifiche patologie.


Product added to wishlist