Lo Sportivo della domenica è chi fa sport solo un giorno a settimana (sabato o domenica) oppure, al più, per due giorni a settimana, tipicamente il week end.

L’Organizzazione Mondiale della Sanità raccomanda 150 minuti di attività fisica moderata a settimana. Per molte persone risulta comunque difficile fare sport anche solo per motivi di tempo e per impegni di lavoro e famiglia. Ecco perché il popolo degli sportivi della domenica è sempre più vasto. Chi si avvicina all’attività sportiva si scontra, prima o poi, con la gestione del tempo dedicato allo sport. Non a caso, molti runner sono diventati tali proprio perché rispetto ad altri sport la corsa consente di ottimizzare tale tempo. Ideale sarebbe fare un allenamento durante la settimana e uno durante il fine settimana. Concentrare tutto nel weekend può risultare dannoso per il nostro organismo.

Trovare il tempo necessario a fare sport può diventa una sfida! Sfruttate le pause pranzo oppure il dopolavoro almeno una volta a settimana! Appuntate sulla vostra agenda con priorità alta un momento da dedicare al vostro benessere. Avrete solo benefici!

Parola d’ordine: STOP alla PIGRIZIA.

Importante è non sopravvalutare il nostro fisico.

Un’attività non equilibrata può danneggiare articolazioni, muscoli e scheletro. Non fatevi guidare dalla smania di perdere peso praticando sport in maniera drastica. Non esiste uno sport che vada bene per tutti. Bisogna considerare struttura fisica, allenamento, età, condizioni di salute e anche preferenze individuali.

L’allenamento graduale è fondamentale per ottenere risultati duraturi e non danneggiare se stessi. In questo modo il corpo (e non solo) si adatta alle particolari esigenze dello sport. La capacità di allenamento è massima nei giovani e si attenua con l’avanzare dell’età.

Se pratichiamo sport “a freddo” cioè senza riscaldamento e senza allenamento, avremo delle fastidiose conseguenze già dal giorno dopo. Per esempio la partita settimanale o mensile di calcetto (probabilmente lo sport più praticato dalle persone non allenate) può lasciare schiena e gambe a pezzi.

Quando si verificano stiramenti, distorsioni o contusioni è utile del ghiaccio e, a volte, bisogna ricorrere a farmaci antidolorifici o anti-infiammatori. Per il loro corretto utilizzo affidatevi sempre al medico o al farmacista per evitare effetti collaterali, intolleranze o allergie. Esistono anche rimedi naturali utili a contrastare dolori e fastidi, come arnica o boswellia. Gli oli essenziali di rosmarino e lavanda sono utili per un massaggio defaticante. Se si presentano dolori muscolari diffusi molto probabilmente il muscolo non è correttamente allenato. In questo caso è indispensabile il riposo e riprendere gradualmente l’attività.

La migliore prevenzione è sempre praticare sport in modo sistematico preceduto dal riscaldamento.

Lo sport “ideale” dovrebbe coinvolgere tutti i muscoli e le articolazioni, senza eccessivo carico. Alcuni esempi sono il nuoto, la bicicletta/cyclette e la camminata a passo sostenuto.

Ricordiamo che la corsa può sovraccaricare colonna vertebrale, ginocchia e caviglie, punti deboli in chi non è allenato e nell’anziano. Per concludere ricordatevi che praticare sport aiuta a migliorare tono muscolare, postura, equilibrio e funzionalità dell’apparato cardiovascolare!