ATTIVITÀ SPORTIVA E SISTEMA IMMUNITARIO: I SEGRETI DELL’ECHINACEA

 

L’attività sportiva rinforza il sistema immunitario? È una delle domande più frequenti che ci viene posta al banco della nostra farmacia. Inoltre esistono degli integratori immunostimolanti, come l’echinacea, che ci aiutano a mantenerci sani e in forma. 

Dunque, facciamo chiarezza:

L’attività sportiva di per sé ha un effetto di modulazione del sistema immunitario.

Mentre quella moderata ha un effetto di potenziamento, quella intensa e prolungata, come negli sport di endurance, provoca numerosi cambiamenti nel sistema immunitario e nei distretti corporei, aumentando il rischio di possibili infezioni. Gli atleti agonisti professionisti sono in genere maggiormente esposti al rischio di infezioni in quanto sottoposti a stress fisiologici, psicologici e ambientali che causano immunosoppressione, e anche a microrganismi patogeni a causa, per esempio, della respirazione a bocca aperta, delle abrasioni della pelle e della frequentazione degli spogliatoi.

Gli ormoni dello stress (adrenalina e cortisolo) prodotti durante l’esercizio fisico intenso probabilmente contribuiscono alla diminuzione e alla minor capacità funzionale dei leucociti circolanti, oltre che alla diminuzione dei livelli di glutammina (amminoacido essenziale per i leucociti). Inoltre l’allenamento fisico intenso induce la produzione di citochine infiammatorie sovrapponibile a quella dell’infezione e del trauma nonché un aumento della produzione di ROS (specie reattive dell’ossigeno) che compromettono la funzione delle cellule immunitarie.

Alla luce dei molteplici studi sugli effetti dell’allenamento intenso e prolungato sul sistema immunitario, si è arrivati a concludere che esiste una fase di “suscettibilità” immunitaria (che può durare dalle 3 alle 72 ore) durante la quale si ha un aumentato rischio di infezioni cliniche e subcliniche da parte dei patogeni.

Ovviamente ruolo chiave determinante lo fa l’alimentazione, una dieta adeguata in termini di quantità di calorie, proteine, grassi, carboidrati, vitamine e minerali è vitale per il sostegno della funzione immunitaria. Inoltre l’utilizzo di integratori immunostimolanti permette di potenziare il sistema immunitario.

 

INTEGRATORI IMMUNOSTIMOLANTI: L’ECHINACEA

Esistono in commercio numero integratori in grado di potenziare il sistema immunitario, ma oggi poniamo l’attenzione su un prodotto molto diffuso fra atleti e sportivi in generale: l’Echinacea. 

L’echinacea è una pianta immunostimolante ed è uno dei rimedi naturali più utilizzati per aumentare le difese immunitarie.

L’echinacea è una grande pianta erbacea perenne originaria dell’America del nord, Messico, Louisiana e Florida. In Italia viene coltivata sia a scopo medicinale sia per il suo valore ornamentale. In fitoterapia si utilizzano le radici di echinacea pallida, purpurea e angustifolia e le parti aeree della varietà purpurea per le loro proprietà:

  • Immunostimolanti
  • antinfiammatorie
  • vulnerarie (cicatrizzanti)

 

Usi dell’Echinacea

Dell’echinacea si utilizzano la radice in decozione, le parti aeree spremute (succo di echinacea) o in infusione, la tintura madre e l’estratto secco. In commercio sono poi reperibili diversi integratori di echinacea, in capsule o compresse in cui l’estratto di echinacea può essere associato ad altre piante dall’azione immunomodulante a adattogena come l’eleuterococco. Molto diffusi sono anche i prodotti a base di echinacea per bambini, tra cui gli sciroppi, formulati per alleviare il mal di gola e altri sintomi influenzali. L’echinacea può anche essere inserita nella formulazione di creme e pomate da utilizzare esternamente per le sue proprietà terapeutiche o cosmetiche. Per trattare ferite ed eczemi si può inoltre utilizzare il succo di echinacea.

 

Benefici dell’Echinacea

L’assunzione di echinacea è in grado di attivare l’azione fagocitaria dei macrofagi, stimolare i linfociti e aumentare la produzione di citochine, rinforzando il sistema immunitario aspecifico, di adulti e bambini. I benefici dell’echinacea derivano in parte dal contenuto di polisaccaridi a basso, medio e alto peso molecolare, responsabili dell’attività immunostimolante. La pianta inoltre contiene flavonoidi (come la luteolina, kaempferolo, quercetina, apigenina) dall’azione antinfiammatoria, derivati dell’acido caffeico (tra cui l’echinacoside presente nella radice di Echinacea pallida, con attività antivirale), alchilamidi e olio essenziale con proprietà antibatterica. 

 

Dosaggio consigliato

Il prodotto più utilizzato è la tintura madre di Echinacea seguendo una posologia di 50 gocce diluite in acqua tre volte a giorno. Per quando riguarda gli integratori in compresse o capsule si consiglia sempre l’assunzione di circa 900 mg di droga al giorno suddivisa in tre somministrazioni.

Il trattamento con echinacea deve essere protratto per almeno otto settimane e può eventualmente essere ripetuto dopo una pausa di un mese.