Recuperare dopo l’influenza? Ecco come:

L’influenza debilita adulti e bambini e spesso recuperare energie in seguito a terapie farmacologiche richiede tempo. La convalescenza nei bambini dura almeno 5 giorni ma se  si arriva a 7 è meglio. Dopo essere stati a letto a causa dell’influenza una buona convalescenza è indispensabile per evitare di riammalarsi. Pertanto meglio evitare di riportare i bambini a scuola prima del tempo, evitando quindi di reinserirli troppo presto nelle loro attività pomeridiane extrascolastiche che, anche se sono un divertimento sono pur sempre impegnative.

Per combattere la stanchezza  aiutiamoli con l’alimentazione:

Una dieta sana, bilanciata e leggera li aiuta nel recupero energetico. Scegliamo prodotti di stagione, verdure e frutta, soprattutto ricchi di acqua, zuccheri, sali minerali e vitamine. Prediligiamo carboidrati complessi come riso, patate e pasta ben cotti così da digerirli meglio e aggiungiamo anche piccole quantità di carne e pesce. Importante incoraggiarli a bere per evitare la disidratazione, pericolosa tanto più è piccolo il bambino. Se proprio non vogliono bere si possono usare delle bevande zuccherate per far assumere loro, insieme ai liquidi un pò di calorie.                                                                                                

Velocizziamo il recupero con una integrazione naturale adatta a tutte le età:

 Tra i principali integratori annoveriamo:

– la pappa reale fresca, i cui principali costituenti sono acqua, proteine, zuccheri, lipidi e minerali. La pappa reale risveglia l’appetito, combatte i disturbi intestinali e l’anemia, aumenta il tono generale dell’organismo. La quantità giornaliera può essere di circa 1 grammo per adulti e adolescenti, e di ½ grammo per i bambini.  Va consumata di preferenza al mattino a digiuno, un po’ prima di colazione per un periodo di almeno 30 giorni. Ne viene consigliata l’assunzione per via sublinguale (cioè ponendola sotto la lingua e lasciandola sciogliere). Questo per evitare, semplicemente deglutendola, una sua degradazione da parte dei succhi digestivi e gastrici. 

-le vitamine del gruppo B, dalla B1 alla B12, esse favoriscono il metabolismo energetico e il corretto funzionamento del sistema nervoso. Una loro integrazione è consigliata, inoltre, dopo  trattamenti antibiotici, in associazione ai fermenti lattici. Tutte le vitamine del gruppo B sono essenziali per trasformare il cibo in energia. Molte hanno un ruolo antiossidante, ossia riducono il danno e l’invecchiamento delle cellule. Una carenza delle vitamine B nei bambini può portare a problemi di stanchezza, di svogliatezza , di concentrazione e di memorizzazione.

Tra le principali ricordiamo: 

la vitamina B1, essa è indispensabile per un’adeguata produzione di energia aumentando l’assorbimento dei carboidrati, con conseguente miglioramento delle attività cognitive e della capacità di apprendimento. La vitamina B6 che favorisce il mantenimento di un buon tono dell’umore e di un efficiente livello di attenzione, evitando l’astenia.

-la Rosa canina i cui frutti sono molto concentrati in vitamina C in quantità fino a 50 -100 volte superiore rispetto alle arance e ai limoni. Per il suo alto contenuto vitaminico e di sali minerali la rosa canina ha un’azione stimolante, tonica, antinfiammatoria ed immunomodulante. 

-l’ Acerola, ad altissimo contenuto di vitamina C è un antiossidante naturale che favorisce l’assorbimento del ferro. Ha effetto antinfiammatorio ed antistaminico. È un ottimo rimedio per rinforzare le difese immunitarie

Per un completo recupero in caso di terapia antibiotica si rendono necessari:

-i fermenti lattici che assunti  insieme all’antibiotico possono tamponare alcuni effetti collaterali della terapia, come ad esempio la diarrea, ma non servono a riequilibrare la flora intestinale,  è invece necessario assumere probiotici dopo aver terminato la terapia antibiotica, in questo modo, i fermenti lattici ristabiliranno l’equilibrio della flora microbiotica intestinale, quindi il microbiota, che è fondamentale per la modulazione del sistema immunitario e per proteggere la parete intestinale.

Per qualsiasi dubbio consulta il tuo medico o farmacista di fiducia!