Con il rientro dalle vacanze e l’inizio della scuola, si inizia a sentir parlare di “prevenzione” e sistema immunitario.

Cos’è questo enorme meccanismo di difesa?

Quotidianamente il nostro organismo è sottoposto all’attacco di microrganismi, come virus, batteri ed agenti atmosferici. A proteggerci ci pensa il sistema immunitario, costituito dai globuli bianchi: fagociti e linfociti.

I primi riconoscono ed eliminano i patogeni; i secondi invece producono molecole come anticorpi e citochine, in grado di innescare il meccanismo di difesa da parte delle cellule del sistema immunitario. A volte però il nostro organismo entra in contatto con virus e batteri nuovi o troppo forti e può aver quindi bisogno di un supporto farmacologico, come antibiotici e antivirali.

Proprio per questo motivo è di fondamentale importanza educare il nostro sistema immunitario a lavorare in maniera più efficiente.

Come stimolare il nostro sistema immunitario?

La più efficace arma di prevenzione contro l’influenza stagionale, patologia a carico delle vie respiratorie, è il vaccino antinfluenzale. Esso può essere trivalente, se contiene tre tipi di virus (2 di tipo A e 1 di tipo B) o quadrivalente, se contiene invece 2 virus di tipo A e due di tipo B. I virus contenuti nei vaccini vengono scelti sulla base dei virus isolati durante la stagione precedente e di conseguenza “già venuti a contatto” con l’uomo. L’efficacia del vaccino dipende quindi dalla corrispondenza tra i virus che contiene e quelli circolanti, che possono anche essere diversi.

Categorie cosiddette a rischio, alle quali è caldamente consigliato il vaccino, sono anziani, bambini, soggetti politrattati e ed operatori sanitari. In supporto al vaccino per i soggetti più vulnerabili e come prevenzione per tutti, esistono poi prodotti naturali in grado di coadiuvare le difese dell’organismo. Questi ci possono aiutare nei confronti di tutti quei virus parainfluenzali tipici della stagione invernale e per i quali il vaccino antinfluenzale non agisce.

Tra le piante più conosciute troviamo l’Echinacea, indicata nelle sindromi influenzali o febbrili che interessano le vie respiratorie superiori, il Sambuco, l’Uncaria, l’Astragalo e l’Acerola. Essendo moltissime le proprietà di queste piante, vi terremo “stimolati” con descrizioni dettagliate per ognuna di esse, durante tutta la stagione!

Il periodo giusto per iniziare a far prevenzione è settembre. Vi aspettiamo in farmacia con i nostri consigli!